• patrizio.gragnano@gmail.com

Il Pd e la grande “pugnetta” democratica !

Il Pd e la grande “pugnetta” democratica !

Rifletto ad alta voce sulle primarie a malavoglia e solo dopo qualche giorno proprio perchè non riesco a farne a meno.

Leggo e macino riflessioni tra le più varie , in alcune ci vedo una evidente cattiva fede nel negare l’evidenza e in altre invece la triste illusione di quei pochi che ancora credono alle favole. Questi ultimi, tutti sopra la settantina più o meno ,ancora si ostinano a gioire per la “grande partecipazione” e per la luminosa domenica democratica vissuta dalle masse che “fiere” si sono recate al seggio per “espellere” la loro volontà democratica.  

La realtà aimè e che ancora una volta l’unica conferma venuta furori da queste primarie finte e che anche quando si gioca da soli quella classe dirigente è capace di inanellare disastri. Ancora brogli , ancora numeri sospetti e ancora ombre troppo fitte su un orizzonte sempre più cupo.

Qualcuno condanna? Qualche voce dall’interno si leva? Nulla! Domenica scorsa osservavo dai social i dirigenti PD , tutti parlano di grande partecipazione ma nessuno posta foto di seggi con file chilometriche. Poi si sa degli immigrati a #ercolano e li di male in peggio con le tristi dichiarazioni sul diritto al voto degli immigrati che per l’occasione diventano #migranti .

Il punto è invece che sono stati portati come sono portati quelli del bronx a San giovanni e del lotto 10 a ponticelli  e poi ti trovi a diamante con un PD che prende 1,100 voti veri e 2500 alle primarie . Se le primarie debbono essere una gara a chi ne porta di più , allora è solo una conta di democristiana memoria .

Non ho mai votato pd ma non mi fa piacere questo disastro ma ancora peggio é osservate come gente seria e motivata possa anche indirettamente digerire l’evidenza di una pratica che uccide là democrazia. Ma ancora per quanto questo popolo ormai stanco continuerà ad accontentarsi, si sa la digestione con il passare degli anni diventa sempre più lenta e difficile.

Il dramma vero però è che non c’è alternativa…

Patrizio Gragnano

Invia il messaggio