• patrizio.gragnano@gmail.com

Raggi innocente , Raggi incapace

Raggi innocente , Raggi incapace

E’ da ieri che guardo , leggo e approfondisco la vicenda #raggi e più mi inoltro e piu mi rendo conto che la “poverina” è veramente innocente! il suo problema però e ben più grave …

Un antico vizio di gioventù mi porta a metter in fila gli eventi occorsi da quando “lady Nulla” è diventata sindaco di Roma , faccio lo stesso con le immagini , le foto e osservo la sua espressione e sopratutto il codazzo che man mano si dirada come la nebbia in primavera. L’idea vincente di proporla come sindaco ha sicuramente segnato un fatto storico e politicamente molto azzeccato. Un intuizione, rischiosa per la verità, fatta in coerenza con la linea del movimento. Lo schema della signorina della porta accanto, educata, casta e ben vestita in cui identificarsi funziona e come  nella palude di qualunquismo in cui ci siamo cacciati. Il Bello , o brutto a seconda dei punti di vista, arriva quando ci si misura con la cruda realtà della politica vera , quella fatta di scelte , sacrifici e sopratutto di quello che si chiama “acume” politico.

Nel festival dell’approssimazione la signorina Raggi è una big, ha cominciato a incartarsi ancor prima di mettere gli effetti personali nella sua stanza del Campidoglio. Prima la giunta costruita per lei dallo studio Previti ( pare ), poi la storia di Marra con fratello a seguito e ora la classica polizza in contumace ( a Roma mi sa che è di moda da un po di anni , Scaiola Docet) , niente male per una che doveva invertire la rotta e fare la storia e invece finisce con l’incartarsi in una brutta storia di presunte mazzette.

Sono un ottimista di natura e credo che la Sindaca sia innocente , il problema e che sono anche fortemente persuaso della sua sempre più evidente incapacità. Il problema per la verità non è mio ma al massimo dei Romani, lei però sembra preoccupata più che dei suoi cittadini del giudizio del “Supremo Leader”. Oggi infatti , nel ribadire in loop che non sapeva nulla , si è detta serena per il giudizio di #beppegrillo. E i romani? quelli capiranno … forse!

Il caso raggi sancisce in modo plastico non solo l’inutilità ma la pericolosità dell’improvvisazione in politica. Chiaramente nessuno dei Tifosi del movimento ammetterà che forse avventurarsi nel governo di realtà complesse come quella necessità , almeno , di un minimo di competenza e cultura politica , ma il loro silenzio apre una riflessione e una crepa anche in quel monolite chiamato #m5s.

Questa storia non è una bella storia e a rimetterci come sempre sarà la fiducia della gente che ancora una volta farà spallucce e ritornerà a pensare , anche per autoassoluzione, che si è provato anche questa storia e alla fine sono tutti uguali.

Come si sentiranno i soloni del #pd di fronte a questo spettacolo? per fortuna nessuno più gli chiede perchè hanno tristemente mollato Ignazio Marino.

Raggi innocente Raggi Incapace

Patrizio Gragnano

Invia il messaggio